LA LUCE

In questo frangente di profonda crisi sociale e morale, torno spesso con la mente al passato.

Si fa presto a dire: “Erano tempi migliori”. Non esiste il meglio o il peggio. Esiste il modo in cui affrontiamo gli avvenimenti.

Da giovane mi chiedevo come avrei visto, in prospettiva, gli episodi che stavo vivendo. Devo dire che mi piace tutto ciò che ho intrapreso. Affrontavo ogni nuova sfida con grande apprensione, nel dubbio che le mie attività e i rapporti umani avrebbero potuto nuocere a me e agli altri ma sono stata assistita, protetta, indirizzata da chi ne sapeva più di me ma anche da una guida interiore che, segretamente, sapeva dove volevo andare.

Ora come allora, voglio vivere al meglio il tempo presente. Con intensità, con aspettativa, con gioia, come un’avventura.

L’apparenza non sembra promettente. Ci sono difficoltà a tutti i livelli nel mondo attuale ma io sento che è una fase provvisoria.

Le varie esperienze della vita mi hanno resa lungimirante e la mia fantasia mi rende visionaria. Non ci sarà nulla da temere. Un cuore limpido e una mente lucida non permetteranno al pessimismo di prendere il sopravvento.

Poiché siamo fatti di energia e quindi di luce, vibriamo alle frequenze che i nostri pensieri producono. Se sono positivi e ottimistici, produrranno eventi dello stesso tipo.

Se ameremo questi eventi, il nostro prossimo, noi stessi, potremo donare luce, sempre più luce, luce che fugherà le tenebre in cui siamo provvisoriamente immersi e che vorrebbero oscurare il nostro futuro.

Condividilo su..

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on print
Stampa